Dichiarazione stato d’emergenza nel centro storico di Agrigento

“La gravità delle condizioni in cui versa il centro storico di Agrigento necessita il ricorso ad interventi urgenti e straordinari che tengano conto sia della precarietà strutturale in cui si trovano tanti edifici, che della incolumità e della sicurezza dei cittadini”.

 

Lo ribadiscono i dirigenti del Pd Domenico Pistone, Epifanio Bellini e Piero Luparello rispettivamente segretario circolo Pd Agrigento centro , segretario circolo Pd “Enrico Berlinguer” e coordinatore cittadino.

Prosegue il comunicato: “Il grido d’allarme più volte lanciato dalle forze politiche, dalle Istituzioni Locali, dalla Chiesa Agrigentina è rimasto sino ad oggi inascoltato e si scontra  con la carenza  di risorse economiche  che appaiono assolutamente insufficienti a risolvere l’emergenza, come evidenziato dagli interventi di messa in sicurezza già realizzati rivelatisi inutili se non dannosi.

In questo contesto di assoluta emergenza è necessario sottolineare che né il Comune di Agrigento ha saputo dotarsi di una vera strategia complessiva, né tantomeno il Governo Regionale, e quello Nazionale  ad oggi hanno fornito l’erogazione delle risorse necessarie ad interventi strutturali utili alla messa in sicurezza del centro storico.

Il partito Democratico di Agrigento, invita pertanto il sindaco ad evitare gesti eclatanti di dubbia utilità ed efficacia, e piuttosto ad intraprendere  l’unica strada ad oggi concreta e risolutiva, ovvero la richiesta presso il Governo Regionale e Nazionale della dichiarazione dello stato di emergenza, al  fine di evitare  ulteriori crolli e rischi per la pubblica incolumità.

La conseguente nomina di un commissario straordinario consentirà di reperire i necessari fondi per interventi  tanto nel sottosuolo, quanto  sugli edifici  a rischio.

Con la dichiarazione dello stato d’emergenza si avranno le necessarie precondizioni di sicurezza che permetteranno di rendere il nostro centro storico  sicuro e realmente  fruibile ad investimenti privati volti alla riqualificazione sociale ed economica.

 Nell’immediato, invitiamo altresì il Sindaco ad un intervento urgente e straordinario a sostegno di tutte le famiglie  che sono state costrette ad  abbandonare le proprie abitazioni e i loro beni.

Nella convinzione che tali risultati si costruiscono non con le divisioni, ma piuttosto unendo tutte le forze su un progetto comune, invitiamo  in ultimo la deputazione agrigentina a perseverare nel loro impegno nei confronti di Agrigento, supportando  concretamente con interventi nelle sedi opportune tali richieste, superando  l’appartenenza politica  nel pieno interesse  della città, così come  già annunciato da alcuni di loro”.