Celebrata la festa della Polizia di Stato a Campobello di Licata

Celebrata oggi a Campobello di Licata la festa per il 159° anniversario della Polizia di Stato. Nell’Agrigentino il questore Girolamo Di Fazio ha voluto festeggiare, accogliendo l’invito del sindaco Michele Termini, nella città dell’ormai ex numero uno di Cosa nostra agrigentina Giuseppe Falsone,

 catturato dalla polizia a Marsiglia dopo oltre dieci anni di latitanza. Il questore e il prefetto Francesca Ferrandino hanno passato in rassegna i reparti schierati alla presenza di un numeroso pubblico, e della autorità civili e militari della provincia. Sono stati premiati 11 agenti che si sono contraddistinti nel lavoro per i risultati ottenuti.

Intanto,nel giorno dell’anniversario del 150° della Polizia di Stato, la vice presidente di Confindustria Agrigento, Pierangela Graceffa, dichiara:  “La Polizia di Stato rappresenta concretamente una parte attiva dello Stato al servizio dei cittadini che scelgono di vivere entro le regole e in contrasto continuo con coloro i quali decidono di vivere nelle sacche della malvivenza e in antitesi ai principi del vivere civile. La presenza dei Poliziotti nel tessuto sociale e’ nota anche a noi che conosciamo dell’azione di sostegno e vicinanza a tutti quegli imprenditori che hanno deciso di denunciare le frange criminali che operano per rendere inospitale e invivibile la nostra terra;contrastando così l’impossibilita di crescita economica tanto necessaria al nostro sud, Per tutti i Poliziotti, continua la Vice presidente,al Questore Di Fazio formuliamo il nostro riconoscimento per l’azione di servizio per la crescita economica e senza condizionamenti. L’impegno della Polizia di Stato ,unitamente alla Magistratura ed alle altre Forze di Polizia per tutti testimonia che non ci sono ne’ potranno esserci altre strade differenti dalla legalità”.

Nella foto l’assessore comunale di Cattolica Eraclea, Ilaria Tortorici, in rappresentanza della sua città alla festa della Polizia di Stato a Campobello di Licata.

Il Presidente Napolitano: ‘I successi della Polizia contro la mafia meritano grande riconoscenza’