Più controlli antibracconaggio nell’Agrigentino

Intensificati i controlli antibracconaggio nell’Agrigentino. Le prime tre trappole illegali per la cattura di conigli selvatici sono stati sequestrati a Menfi, in contrada Bertolino, durante un controllo predisposto dalla Ripartizione faunistica e venatoria di Agrigento in collaborazione con le guardie forestali del distaccamento di Santa Margherita Belice.

 Durante i controlli eseguiti la notte scorsa sono stati rinvenuti tre cosiddetti “lacciuoli” costruiti artigianalmente che sono stati sottoposti a sequestro. L’attività di bracconaggio è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Sciacca a carico di ignoti. Malgrado gli appostamenti dalle 5 alle 9 del mattino, infatti, non sono stati individuati i bracconieri. “Si tratta  di un’attività di prevenzione antibracconaggio a tutela della fauna selvatica – ha spiegato la dirigente della Ripartizione faunistica e venatoria di Agrigento, Gabriella Perrone – che stiamo intensificando in questi giorni in cui i conigli si accoppiano e riproducono la specie. Purtroppo il bracconaggio è ancora molto diffuso nella nostra provincia”.