Incidente a Cattolica Eraclea, anziano si maciulla la gamba con la zappatrice

Un pensionato cattolicese è rimasto ieri mattina gravemente ferito a una gamba mentre stava manovrando una motozappa in un terreno agricolo di sua proprietà. Si tratta del signor Giuseppe Mannese, 81 anni, agricoltore in pensione, vedovo e padre di tre figli emigrati in Germania.


L’uomo ieri mattina stava arando il suo terreno in contrada Bissana, una zona che si trova tra Cattolica Eraclea e Cianciana, quando a un certo punto avrebbe perso il controllo del mezzo e, per cause ancora in corso di accertamento, la gamba destra si è inciampata tra le lame della motozappa.

Fortunatamente l’anziano è riuscito a liberarsi da solo malgrado il dolore lancinante e poi, con la gamba maciullata e piena di sangue, il pensionato cattolicese è riuscito a raggiungere autonomamente il paese con un altro mezzo agricolo.

Urla e momenti di panico tra le persone che lo hanno visto arrivare sanguinante e urlando di dolore nella sua abitazione di via Ribera, all’ingresso del paese.

I vicini di casa hanno subito avvisato l’ambulanza del 118, i sanitari hanno soccorso l’anziano trasportandolo all’ospedale di Sciacca dove sarebbe stato operato d’urgenza. Attimi frenetici, da parte dei soccorritori, per evitare che l’anziano perdesse ancora sangue, già troppo quello perso dal momento dell’incidente all’arrivo dei soccorsi.

Le ferite riportate sono molto gravi, l’anziano avrebbe seriamente rischiato di perdere la gamba, la prognosi è riservata, l’uomo rimarrà ricoverato in ospedale sotto osservazione dei medici, non sarebbe in pericolo di vita.

Sembra che le lame della motozappa non abbiano intaccato  l’apparato scheletrico nonostante le gravi lesioni ai muscoli. Un brutto incidente sul lavoro dunque che ha colpito un anziano conosciuto in paese come grande lavoratore e molto legato alla campagna, tanto che nonostante i suoi 81 anni tutti i giorni si reca nel suo terreno per svolgere dei piccoli lavori. Adesso forse, dopo questa brutta esperienza, preferirà stare a casa a godersi serenamente la pensione