Il delitto di Antonella Alfano, è caccia al complice

La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un nuovo fascicolo d’inchiesta, al momento  a carico di ignoti,  sull’omicidio della commessa Antonella Alfano, 34 anni, ritrovata carbonizzata all’interno della sua auto, nel boschetto sotto via Papa Luciani ad Agrigento, lo scorso 5 febbraio.

 

Il procedimento è un atto tecnico dopo l’avviso di conclusione indagini notificato all’unico indagato attualmente identificato, il carabiniere Salvatore Rotolo, ex compagno della vittima  arrestato per omicidio preterintenzionale ma al quale la Procura di Agrigento contesta l’omicidio volontario.

L’inchiesta su Rotolo passerà adesso al vaglio del Gup, mentre le indagini del nuovo fascicolo sono finalizzate alla ricerca del suo presunto complice.

Secondo la ricostruzione dell’accusa Rotolo avrebbe ucciso la ex compagna e poi l’avrebbe bruciata all’interno della sua auto. In queste fasi qualcuno potrebbe averlo aiutato, non si escludono imminenti clamorosi sviluppi.