Bruciata l’auto del comandante dei vigili di Ribera, indagano i carabinieri

In fiamme nella notte l’auto del comandante della polizia municipale di Ribera, Nino Novara. La sua Lancia Lybra era parcheggiata in via Regina Margherita. Sul posto, per domare le fiamme, sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri della locale tenenza.

Massimo riserbo degli investigatori, non ci sarebbero dubbi sulla matrice dolosa dell’incendio.

 

“A nome mio e dell’intera Giunta tutta la nostra solidarietà al comandante Novara”, afferma il sindaco Carmelo Pace riferendosi all’atto intimidatorio subito dal comandante della Polizia Municipale Antonino Novara.

“Apprendiamo la notizia con sdegno – aggiunge il primo cittadino – e siamo vicini al Comandante e alla sua famiglia. Siamo sicuri che questo orribile gesto non scalfirà minimamente il lavoro quotidiano del Comandante e dell’intero Corpo di Polizia Municipale, basato sull’impegno, la dedizione e la professionalità”.

L’associazione SOS Democrazia, presieduta da Pino Di Lucia, “esprime la propria solidarietà e vicinanza al Comandante dei Vigili Urbani di Ribera Nino Novara oggetto di un vile gesto di intimidazione. ignoti, la scorsa notte, hanno dato alle fiamme la vettura del dirigente, una Lancia Lybra, parcheggiata sotto casa.

Nessuno pensi che con questi atti violenti si possa ostacolare il lavoro teso verso l’affermazione del principio di legalità e il bene del nostro territorio. E’ importante non abbassare la guardia e continuare con la schiena dritta. Auspichiamo che la magistratura e le forze dell’ordine facciano chiarezza su quanto e’ accaduto, perseguendo i responsabili nel più breve tempo possibile”.

Il presidente del Consiglio comunale di Ribera e i consiglieri tutti “esprimono la propria solidarietà al comandante della Polizia Municipale Antonino Novara per il grave atto intimidatorio subito”.