Cattolica, scritte brigatiste sul monumento dei caduti di Nassirya

Vandalizzato con scritte brigatiste il monumento dedicato ai caduti di Nassirya che si trova di fronte alla chiesa Madre. La lapide dedicata ai militari caduti è stata imbrattata con due stelle a cinque punte e la scritta “assassini” realizzate con della vernice rosso sangue.

La stella a cinque punte è la storica “firma” delle Brigate Rosse. I carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Liborio Riggi, hanno avviato le indagini e non brancolano nel buio. Potrebbe trattarsi di fanatici di estrema sinistra o no global. Il sindaco Cosimo Piro ha condannato fermamente l’atto vandalico a nome dell’intera comunità e ha provveduto a ripristinare la lapide facendo cancellare le scritte offensive.

Nell’attentato del 12 novembre 2003 a Nassirya, in Iraq, persero la vita 28 persone, 19 militari italiani e 9 iracheni.

Gli italiani sono: i carabinieri Massimiliano Bruno, maresciallo aiutante, Medaglia d’Oro di Benemerito della cultura e dell’arte Giovanni Cavallaro, sottotenente; Giuseppe Coletta, brigadiere; Andrea Filippa, appuntato; Enzo Fregosi, maresciallo luogotenente; Daniele Ghione, maresciallo capo; Horacio Majorana, appuntato; Ivan Ghitti, brigadiere; Domenico Intravaia, vice brigadiere; Filippo Merlino, sottotenente;Alfio Ragazzi, maresciallo aiutante, Medaglia d’Oro di Benemerito della cultura e dell’arte; Alfonso Trincone, Maresciallo aiutante; i militari dell’esercito Massimo Ficuciello, capitano; Silvio Olla, maresciallo capo; Alessandro Carrisi, primo caporal maggiore; Emanuele Ferraro, caporal maggiore capo scelto; Pietro Petrucci, caporal maggiore; i civili Marco Beci, cooperatore internazionale e Stefano Rolla, regista italiano che era a Nassirya con una troupe per le riprese di un docufilm.

Rimasere feriti altri 20 carabinieri: Tenente Riccardo Ponzone; M.llo A.s.UPS Vittorio De Rasis; M.llo Ca. Maurizio Lucchesi; M.llo Ca. Paolo Prodan; M.llo O. Antonio Lombardo; M.llo Marilena Iacobini; M.llo Riccardo Saccottelli; Brig. Maurizio Bissoli; Brig. Cosimo Visconti; V.Brig. Paolo Di Giovanni; V.Brig. Fabio Fedeli V.Brig. Roberto Gigli; V.Brig. Pietro Livieri; App.sc. Antonio Altavilla; App.sc. Marco Pinna; App.sc. Roberto Ramazzotti; App. Ivan Buia; App. Agostino Buono; Car.sc. Mario Alberto Calderone; Car.sc. Matteo Stefanelli, Aureliano Amadei, co-regista.

Cattolica, vandalismo ‘brigatista’: segnalata targa di un’auto