Il presidente D’Orsi: ‘Mi hanno lasciato solo’

“La situazione politica odierna, che denota non soltanto un clima vacanziero ma anche e soprattutto uno stato di totale confusione tra i partiti e i loro referenti, mi induce ad una profonda riflessione sullo stato attuale della coalizione che regge (si fa per dire) la mia Giunta”.

Lo afferma in un comunicato il presidente della Provincia di Agrigento Eugenio D’Orsi.

“A distanza di pochi giorni dall’approvazione del bilancio di previsione 2011 – prosegue D’Orsi – registro una latitanza quantomeno allarmante sulle iniziative intraprese dai deputati che rappresentano la provincia. Non solo: mi pare che l’annunciata chiusura delle Province possa svilire le iniziative dei vari Assessori provinciali, che per la verità credo ormai siano molto stanchi del lavoro profuso e quindi pronti ad abbandonare il campo.

Trattandosi di bravissime persone e seri professionisti, mi duole ritenere alquanto debole il loro contributo a questa attività. Ai deputati che sostengono il governo di questa Provincia – aggiunge il capo dell’amministrazione provinciale – chiedo un impegno formale e ufficiale circa le loro intenzioni per quel cartello politico che deve accompagnare le iniziative che ci porteranno all’appuntamento elettorale del 2013. In caso contrario, credo che il mio percorso sarà isolato e personale, nell’interesse della collettività e del mio territorio, guardando anche in altre direzioni.

La lealtà e lo spirito di appartenenza che hanno sempre caratterizzato la mia attività amministrativa – conclude D’Orsi – mi costringono, in virtù di questi sentimenti, di mettere le mani avanti su quanti vogliono, o hanno premeditato, la mia fine politica”.