Accordo Pd-Pid a Raffadali? Santino Farruggia vicesindaco, è polemica

Il giovane avvocato Santino Farruggia è il nuovo vicesindaco di Raffadali ,con delega al Bilancio e alle Finanze in quota Pd. Lui lo annuncia su facebook, in poche ore almeno un centinaio di commenti di elogio e altrettanti mi piace.

Ma non a tutti è piaciuto l’accordo del givane esponente del Pd, area “fianco a fianco”, col sindaco Silvio Cuffaro del Pid. Ma fa subito sapere il deputato regionale e sindaco di Bivona Giovanni Panepinto, il leader del gruppo: “In merito all’evoluzione della crisi politica dell’Amministrazione Comunale di Raffadali il gruppo Fiancoafianco in coerenza con la linea Politica del Partito Democratico  è e sarà all’opposizione di questa Amministrazione Comunale”.

Sul rimpasto nella Giunta Cuffaro arriva la disapprovazione del segretario dei Giovani democratici del Pd Salvatore Gazziano e del membro della segreteria regionale Alfonso Casà.

Scrivono in un comunicato: “In merito alla nuova giunta del Comune di Raffadali, nella quale, successivamente a un rimpasto, la componente amministrativa ha visto l’entrata di un esponente del Partito Democratico tra i nuovi assessori, il Segretario Provinciale dei Giovani Democratici, Salvatore Gazziano, e il membro della segreteria regionale dei GD Alfonso Casà, dichiarano in una nota la loro disapprovazione:

«È inaccettabile questo tipo di alleanze con partiti e personaggi politici che hanno rappresentato una pagina negativa della Sicilia, il cui volto sembra ormai al tramonto. Riteniamo che nessun esponente del PD -continuano Gazziano e Casà- possa sostenere alleanze del genere, in quanto vengono tratti in inganno i valori stessi del partito del centrosinistra italiano.

Il PD deve avere regole chiare, sia nelle scelte che nei progetti, e chi non le rispetta agisce a titolo personale, e non può danneggiare o condizionare il percorso e l’immagine di un partito e dei suoi elettori. È ora che si dia unità tra tutte le componenti e si prendano, come in questo caso, le distanze da tali assurdi accordi. Noi rappresentiamo l’altra faccia della medaglia rispetto al Sindaco Cuffaro. Difatti, il nostro laboratorio -concludono gli esponenti GD-, che si dimostra sempre attivo riguardo gli accadimenti nella nostra società, include dialoghi con le forze che hanno a cuore le sorti della nostra terra, e tra questi interlocutori non c’è e non ci sarà mai il P.I.D».

“La scelta personale, di schierarsi a fianco del sindaco Cuffaro, pone il Dott. Farruggia automaticamente fuori dal Partito Democratico”.Lo afferma in una nota il deputato regionale e segretario del Pd di Raffadali Giacomo Di Benedetto, che aggiunge: “Prendiamo positivamente atto della distanza segnata dal gruppo fianco a fianco rispetto al gesto compiuto dal suo aderente Santino Farruggia. Siamo certi che tale formale distanza, sarà confortata oltre che dalle parole anche dagli atteggiamenti concreti che gli aderenti della componente dell’On. Panepinto assumeranno nella politica raffadalese a partire dal consiglio comunale. Gli organismi del circolo saranno a breve convocati per assumere le decisioni del caso e per attivare gli organismi di garanzia del partito”.