D’Orsi indagato, la solidarietà di Mpa, Fds, Fli Udc e Lealisti

I consiglieri provinciali dei gruppi consiliari del MPA,  di FDS, del FLI,  dell’UDC ed i Lealisti, in un documento congiunto hanno espresso viva solidarietà al presidente della Provincia Regionale di Agrigento,Eugenio D’Orsi, raggiunto, ieri, da un invito a comparire emesso dalla Procura della Repubblica di Agrigento.

I consiglieri, nell’esprimere piena fiducia nell’operato della magistratura, manifestano il “pieno convincimento dell’assenza di ogni forma di responsabilità penale da parte del presidente D’Orsi, al quale riconoscono grande sobrietà, equilibrio, oculatezza e alto senso delle Istituzioni.

Auspicano che la vicenda possa essere chiarita in tempi brevi così da sgomberare il campo da ogni dubbio e ridare serenità all’uomo Eugenio D’Orsi  ed alla sua famiglia, già duramente provata da eventi  criminali che ne hanno turbato la serenità”.

“È sotto gli occhi di tutti il rigore, il senso civico del dovere ed il rispetto  nei confronti del territorio amministrato, che hanno, da sempre,  caratterizzato la presidenza D’Orsi; gestione – sostengono i firmatari del documento – che ha fatto conquistare all’Ente grandi traguardi in termini di oculatezza e di buona gestione che sono stati riconosciuti dalla Magistratura contabile e che hanno prodotto il risanamento delle finanze dell’Ente riuscendo ad eliminare oltre 100 milioni di debiti pregressi”.

Concussione, peculato e truffa: indagato il presidente D’Orsi

Avviso di garanzia per D’Orsi, il presidente: ‘Provvedimento esagerato’