La Corte dei Conti bacchetta la Provincia di Agrigento

La sezione di controllo della Corte dei Conti ha comunicato alla Provincia regionale di Agrigento, le proprie osservazioni critiche in ordine alla relazione del Collegio dei Revisori sul rendiconto dell’esercizio 2009.

La Corte dei Conti ha segnalato alcune irregolarità nella gestione dell’Ente tra le quali quella del superamento del limite di spesa del personale e dell’elevata incidenza di tale spesa rispetto alla spesa corrente. L’incidenza infatti, che si e’ attestata al 5 5,2%, ben oltre il limite massimo del 40% fissato dalla legge.

La Corte ha evidenziato come tale criticità fosse stata già oggetto di specifica pronuncia in occasione del rendiconto 2008.

In quella occasione i magistrati contabili avevano sottolineato che le misure organizzative adottate dall’Ente, ossia la proroga dei contratti a tempo determinato per il personale precario con riduzione oraria (da 30 a 18 ore) e la mancata sostituzione del personale cessato dal servizio per pensionamento, pur apprezzabili, necessitano probabilmente di maggiore incisività, nella direzione auspicata dal legislatore, di un contenimento della spesa complessiva in termini costanti e progressivi, coerentemente con l’obbligatoria programmazione dei fabbisogni e l’ottimizzazione delle risorse disponibili”

Le irregolarità riscontrate sono all’ordine del giorno della adunanza della Sezione di Controllo della Corte dei Conti che si terrà domani 9 novembre.

L’Ente sarà rappresentato dal dott. Fabrizio Caruana e dal dott. Aldo Cipolla.

“Il controllo della Corte dei Conti, ha dichiarato il Presidente D’Orsi mira a rappresentare agli organi elettivi dell’Ente, le situazioni critiche sul piano finanziario in modo che l’Ente stesso possa responsabilmente assumere le decisioni piu’ opportune attraverso un virtuoso processo di autocorrezione. Questa Amministrazione si e’ posta l’obiettivo del risanamento e quindi non può che apprezzare gli interventi collaborativi della Corte dei Conti.”