Rapine e furti, arrestati due fratelli di Favara

Oggi alle prime ore dell’alba i carabinieri di Agrigento hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento nei confronti di due fratelli favaresi, Carmelo Luparello di 33 anni, e Giuseppe Luparello, 24 anni.

I due sono ritenuti responsabili della rapina perpetrata ai danni del dentista Luigi Galatioto il 21 ottobre 2010 ad Agrigento, nel corso della quale sono stati asportati  10.000 euro in contanti e due assegni per il valore complessivo di 600 euro. Nel corso delle indagini, svolte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile condotte – su delega della Procura della Repubblica di Agrigento –  Sostituti Procuratori Giacomo Forte e Andrea Bianchi, coordinate dal Procuratore Aggiunto Ignazio Fonzo – è emerso che i due, in concorso con altri complici, si sono resi responsabili di numerosi altri reati predatori, fra cui il furto avvenuto in data 16 novembre 2010 in una abitazione di Palma di Montechiaro, dalla quale sono stati asportati diversi beni per un valore di circa 1.000 euro; il furto presso il bar “La Perla” di Licata, avvenuto in data 19 novembre 2010, nel corso del quale sono stati asportati un televisore 42” LCD, la somma di 500 euro e diverse bevande; il furto di pezzi di ricambio presso il deposito ACI di Galvano sito in questo centro, avvenuto in data 20 novembre 2010; molteplici furti di pezzi di ricambio per autovettura rubati di notte dalle auto parcheggiate per le strade di Licata, commessi la notte del 17 novembre 2010. Tutti episodi delittuosi che, al di là del valore economico, destano nella popolazione un forte allarme sociale e un senso di insicurezza che, con gli arresti di oggi, trovano un concreto segnale di rassicurazione.


I commenti sono chiusi