Giovani e impresa, parte il progetto ‘Terramica ad Agrigento’

Sarà sottoscritto venerdì 11 novembre 2011 in Confindustria il protocollo d’intesa e partenariato “Terramìca” tra la CCIAA di Agrigento, i Comuni di Agrigento, Aragona, Casteltermini, Favara, Grotte, Porto Empedocle, Cgil, Cisl, Uil, BCC Agrigentino e Confindustria Agrigento.

Il progetto “Terramìca” è finalizzato a sostenere le imprese produttive, di servizi e commerciali costituite da giovani tra 18 e 40 anni con l’abbattimento/riduzione di una serie di imposte e tasse (l’addizionale dell’imposta sui redditi, la Tia/Tarsu, la maggiorazione sul diritto camerale, etc.).  Inoltre i Comuni introdurranno il protocollo informatico ed il dimezzamento dei tempi procedurali per le autorizzazioni in favore delle imprese che produrranno il D.U.R.C. ancorchè non richiesto.

“Un progetto all’avanguardia – dichiara il presidente della CCIAA di Agrigento, Vittorio Messina – che concretamente incide sulla politica economica territoriale direttamente finalizzata a dare ai giovani la possibilità di intraprendere con sforzi minori in fase di avvio delle nuove attività”.

Il Vice Presidente di Confindustria Sicilia, Giuseppe Catanzaro, ha puntualizzato che “per la prima volta, partendo da Agrigento, concretamente Istituzioni, Banche, Imprese e Sindacato individuano percorsi e procedure concrete per rendere competitivo ed attrattivo il nostro territorio e per sostenere i giovani imprenditori  che proprio giorno 11 riuniscono il Comitato Regionale dei giovani di  Confindustria Sicilia ad Agrigento”.

‘E’ il risultato di un lavoro di squadra – a dirlo il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Agrigento, Andrea Messina – che vede protagonisti i giovani che vogliono realmente reagire allo stato di malessere economico-sociale mettendosi in gioco, scommettendo su se stessi ed avviando una nuova attività. Con “Terramìca” abbiamo conquistato il taglio di una serie di impedimenti al diritto al lavoro, ci auguriamo che possa essere solo un inizio, noi continueremo decisi in questa direzione’.

Alla sottoscrizione presenzierà anche il Presidente dell’ARS, on. Francesco Cascio.