Tentata estorsione e lesioni aggravate, indagato Arnone

Tentata estorsione aggravata e lesioni aggravate nei confronti di una donna, questi i reati contestati dalla Procura della Repubblica di Agrigento all’avvocato Giuseppe Arnone, consigliere comunale e candidato sindaco della città dei templi che ha ricevuto un avviso a comparire.

Lo rende noto il Giornale di Sicilia in edicola oggi. La vicenda giudiziaria scaturisce da una querela presentata da una donna che in passato è stata assistita professionalmente da Arnone. La denuncia è stata poi ritirata, ma si tratta di un atto al momento irrilevante alla duce dei reati per cui si può procedere d’ufficio. Secondo le accuse Arnone avrebbe cercato di costringere la donna a sottoscrivere un mandato difensivo a suo favore legato alla compravendita di una villa. Il fatto sarebbe avvenuto nello studio professionale di Arnone il 24 settembre scorso, quando l’avvocato, secondo la Procura, avrebbe colpito la donna con degli schiaffi tentando di darle una testata al volto. “Le cose non sono andate in questi termini – respinge le accuse Arnone che ha già nominato suo difensore l’avvocato Gigi Restivo – e ho provveduto a chiarire ogni aspetto della vicenda, nei giorni scorsi ho fornito alla Procura tutti i chiarimenti necessari”.