Agrigento, incuria decoro urbano: denuncia dei Giovani Democratici

I Giovani Democratici del circolo di Agrigento, con un sopralluogo mirato alla ricognizione dello stato del decoro urbano per le vie della città dei Templi, scrivono in una nota: «Riteniamo che sia ormai insostenibile l’incuria che l’amministrazione comunale nutra verso la città.

A simbolo di tutto ciò, può essere assunta la duna di sabbia formatasi in Viale delle Dune (mai nome è stato così azzeccato, dunque) che è divenuta, nel corso del tempo, metafora dei problemi cittadini non soluti e accumulati. Essa, oltre a ledere (insieme ad altro) l’immagine del litorale agrigentino, pone la città di fronte un fatto ancor più grave: l’avanzamento della sabbia sul manto stradale, infatti, mette seriamente a rischio l’incolumità degli automobilisti e dei motociclisti, che si vedono ridotta di parecchio la carreggiata. Rimanendo nel contesto di San Leone, i marciapiedi del quartiere balneare risultano inesistenti, o, se presenti, appaiono divelti o invasi dalle piante che si riversano dai giardini privati o dalla spiaggia. Scarsa, inoltre, è la valorizzazione dei luoghi pubblici come Piazza Giglia o, peggio, il disastrato Porticciolo Turistico. A completare temporaneamente il quadro, come se non bastasse tutto ciò, è il “punteruolo rosso”, la cui devastante azione ha da mesi inciso sulle palme presenti tra Viale dei Giardini e Via delle Primule, uccidendole. L’assenza di interventi, che non ha affatto arginato l’infestazione, dimostra che il problema è ancora in corso. Auspichiamo che, almeno per questa estate, il mare non presenti cattivi biglietti da visita per i turisti, nonostante riteniamo che sia molto difficile evitarlo, poiché manca ancora un depuratore efficiente per la fascia costiera».