Governance pool, D’Orsi 16° per il Sole24Ore

Il  Sole 24 ore di oggi ha pubblicato i dati della  Governance Poll 2011,   ovvero il giudizio dei cittadini sui leader delle amministrazioni comunali, provinciali e regionali. Il sondaggio è stato  effettuate nel periodo 12 settembre – 18 dicembre 2011 attraverso la somministrazione di un questionario effettuata tramite interviste con sistemi telematici.

Relativamente ai presidenti di Provincia, è stato monitorato un campione di 800 elettori per territorio, disaggregati per sesso, età e area di residenza. Agli intervistati è stato chiesto un giudizio complessivo sull’operato del Presidente della Provincia  nell’arco del 2010, e se  voterebbero ancora l’attuale Presidente.

Eugenio D’Orsi si è posizionato al 16° posto della classifica, con un consenso pari a sessanta punti percentuale; due punti  in meno rispetto al 2010 ma che, in ogni caso, confermano un trend positivo che vede il presidente della Provincia Regionale di Agrigento ancorato ad una percentuale di consensi molto  alta.


“Nonostante un anno decisamente poco favorevole per  l’Ente – ha commentato D’Orsi – e considerato il contesto di opinione fortemente  critico nei confronti del sistema politico, mi conforta leggere il risultato del  sondaggio. Questo significa che l’opinione pubblica ha apprezzato gli sforzi compiuti da questa amministrazione per risanare l’Ente. Abbiamo lavorato anteponendo le ragioni del territorio ad ogni altra situazione, senza accettare compromessi.  Negli anni passati – continua il presidente –  complice una spesa pubblica incontrollata, era più facile creare consenso e , soprattutto, mantenerlo. Oggi  – conclude D’Orsi – il consenso cerchiamo di guadagnarlo giorno dopo giorno, lavorando in prima linea; siamo in trincea ad occuparci dei reali problemi della gente e cercando di non deludere le loro aspettative. Sono, per questo motivo, estremamente soddisfatto del risultato ottenuto che mi onora e mi da ulteriore stimolo per lottare per la provincia di Agrigento e gli agrigentini tutti”.