Finanziata rete idrica Agrigento, Zambuto: ‘Un sogno s’avvera’

Il decreto di finanziamento regionale per il rifacimento della rete idrica urbana di Agrigento è stato firmato.

 

Ad Agrigento sono stati destinati 26.179.791 euro che saranno subito utilizzati per le opere di ristrutturazione ed automazione finalizzate ad ottimizzare la rete della distribuzione idrica in città ed assicurare finalmente e definitivamente ai cittadini un servizio primario ed indispensabile per una vivibilità civile e dignitosa.

Un sogno, come ha scritto il sindaco Zambuto al Presidente della Regione Lombardo qualche mese fa, inseguito dagli agrigentini da oltre cinquant’anni: avere l’acqua corrente nelle loro case e la certezza che il prezioso liquido, non disperdendosi più dalle reti di distribuzione ridotte ad autentico colabrodo, continuasse ad intaccare il sistema idrogeologico cittadino.

“Un sogno che oggi – dichiara Marco Zambuto – si realizza grazie alle battaglie dei cittadini, alla sensibilità del Presidente della Regione, alla determinazione del Presidente della Provincia a cui va il mio ringraziamento e quello dell’intera città; un ringraziamento doveroso ed anche un apprezzato riconoscimento del faticoso lavoro svolto va anche allo staff dell’ATO idrico per la definizione dell’intero progetto”.

“Abbiamo raggiunto – continua il sindaco Zambuto – un obiettivo storico che ci consentirà non soltanto di risolvere definitivamente l’annoso problema dell’approvvigionamento idrico per la città, ma anche di poter fare davvero turismo, di ridurre le tariffe idriche ai cittadini in un momento di particolare crisi finanziaria per le famiglie e soprattutto di ridare nuova stabilità all’assetto idrogeologico del sottosuolo della città, gravemente deteriorato dal versamento dell’acqua a causa della vecchia e fatiscente condotta, per dare una maggiore sicurezza dell’intera struttura urbana di Agrigento”.

65 milioni di euro per le reti idriche in 15 Comuni dell’Agrigentino