Cattolica, denunciato pensionato trovato con un coltello dopo presunte minacce a un candidato al consiglio

Sarebbe finita a pugni e a minacce con un coltello un’animata “discussione elettorale” tra un candidato al consiglio comunale e un suo parente.

I carabinieri di Cattolica Eraclea, guidati dal maresciallo Liborio Riggi, hanno denunciato a piede libero per porto illegale di un coltello con una lama lunga 15 centimetri, A. T., pensionato di 68 anni. Secondo la ricostruzione dei militari l’uomo avrebbe avuto un diverbio con un parente candidato al consiglio comunale, A. S., 50 anni. A un certo punto i due sarebbero arrivati alle mani davanti a un bar del paese e il pensionato avrebbe estratto il coltello. Poi il “politico”, prima di andare all’incontro di presentazione della sua lista, domenica scorsa, si è recato in caserma per sporgere querela di parte dicendo che era stato minacciato con un coltello e temeva per la sua incolumità. Così i carabinieri sono andati alla  ricerca del pensionato e lo hanno trovato al centro sociale mentre era in corso la presentazione della lista “Ricostruiamo il paese”. I militari lo hanno perquisito trovandogli addosso il coltello col quale poco prima avrebbe minacciato il parente aspirante consigliere comunale. L’uomo denunciato dai carabinieri alla Procura della Repubblica di Agrigento non avrebbe riferito nulla su quanto accaduto, avrebbe semplicemente respinto ogni addebito nei suoi confronti negando ognin circostanza. Per fare chiarezza sulla vicenda sono state avviate le indagini da parte dei carabinieri della locale stazione.