Ribera, trovati con 4 kg di hashish: in quattro in manette

Nel corso di uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, nella serata di ieri a Ribera i Carabinieri hanno tratto in arresto 4 persone e sequestrato più di kg 4 di sostanze stupefacenti. Erano le 19 circa allorquando una auto civetta della locale Tenenza notava due autovetture ferme in un agrumeto e 4 persone dialogare con atteggiamento ambiguo.

Un primo controllo in banca dati eseguito tramite la centrale operativa della Compagnia di Sciacca permetteva di stabilire come una delle due autovetture fosse di proprietà di un cittadino palermitano. A quel punto i militari decidevano di attendere prima di procedere al controllo, nel frattempo richiedendo l’ausilio di ulteriori pattuglie presenti sul territorio che permettessero di bloccare le due autovetture ed evitare di innescare un eventuale pericoloso inseguimento. Alla chiamata della centrale rispondevano altre pattuglie della Tenenza, i militari della limitrofa Stazione CC di Calamonaci e quelli del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Sciacca. Nel frattempo le due autovetture si allontanavano frettolosamente, seguite a distanza, l’una in direzione del centro crispino, l’altra in direzione di Sciacca.

 

A questo punto è scattato il blitz che ha permesso di bloccare, alle porte di Ribera, una Citroen Xsara Picasso con a bordo due giovani del luogo identificati in MODICAMORE GIAN MATTEO operaio venticinquenne del luogo, titolare di piccoli precedenti di polizia e CLEMENTE CALOGERO, diciotto anni appena compiuti, studente. Contemporaneamente all’altezza del bivio Verdura, sulla SS 115, è stata bloccata una Ford fiesta con a bordo una coppia di incensurati palermitani, MESSINA RAFFAELE ventiseienne commerciante e CASTAGNETTA ANTONINA, ventottenne.


I riberesi sono stati trovati in possesso di poco più di kg. 4 di hashish mentre ai palermitani è stata sequestrata la somma di € 3600 ritenuta provento della cessione appena conclusa. Le successive perquisizioni domiciliari hanno permesso di rinvenire a casa del MODICAMORE ulteriori gr. 20 di hashish, una bilancia digitale ed un coltello, strumentali all’illecita attività di spaccio mentre a casa del CLEMENTE sono stati trovati ulteriori pochi grammi di marijuana sottoposti a sequestro unitamente alle autovetture.

A questo punto, dopo l’espletamento delle formalità di rito, per i quattro sono scattate le manette e, mentre gli uomini sono stati tradotti presso la casa circondariale di Sciacca, la donna, in ragione dello stato di gravidanza, è stata accompagnata preso la propria abitazione palermitana.

Quella di ieri è solo l’ultima di una lunga serie di operazioni dell’Arma dei Carabinieri che hanno permesso di individuare ed assicurare alla giustizia numerosi spacciatori sequestrando notevoli quantitativi di stupefacenti. A titolo d’esempio si ricordano, proprio nel centro crispino, il recente intervento del 26 maggio scorso allorquando la scoperta di una piantagione domestica di canapa indiana aveva portato all’arresto di due giovani, quello del 18 maggio con l’arresto di un saccense ed il sequestro di gr. 50 di hashish, e quello del 16 febbraio scorso allorquando un controllo al capolinea degli autobus del centro riberese aveva portato al sequestro di circa kg. 1 di hashish ed all’arresto di un corriere.