Sciacca, il sindaco Di Paola a Strasburgo chiede interventi per la pesca

“A Strasburgo – dice il sindaco Fabrizio Di Paola – ho avuto contatti politici e tecnici di primissimo livello che mi hanno permesso di illustrare lo stato della pesca a Sciacca così come in Sicilia.

Ho incontrato il capogruppo del Ppe Joseph Daul, il capo dell’Unità di Gestione della Divisione Pesca Mauro Belardinelli, parlamentari e dirigenti della Commissione Europea della Pesca tra cui l’italiano Enzo Rivellini e il francese Alain Cadec. Ho parlato dei problemi della marineria di Sciacca che sono i problemi di tante marinerie siciliane, su cui l’Unione Europea può e deve intervenire con norme e regolamenti che debbono essere adeguati alla situazione attuale. Occorre risollevare un settore in grave crisi che rappresenta l’asse portante per alcune economie locali”.

Il sindaco Fabrizio di Paola ha chiesto in particolare “nuove iniziative per la commercializzazione e la promozione dei prodotti ittici, una disciplina che tenga conto della concorrenza delle flotte pescherecce dei paesi transfrontalieri, l’innalzamento del ‘de minimis’, la rivisitazione delle dimensioni delle maglie delle reti”. Il sindaco Di Paola ha parlato “dell’esigenza di ammodernare le flotte pescherecce, del Prg del Porto di Sciacca e della possibilità di finanziamento per nuove infrastrutture al servizio della marineria”.

Il sindaco Fabrizio Di Paola ha, infine, ringraziato il parlamentare Salvatore Iacolino per avergli dato questa opportunità “di parlare della città di Sciacca, del suo mare e delle sue straordinarie risorse”.

“E’ stato un primo importante incontro – ha detto l’onorevole Salvatore Iacolino – a cui ne seguiranno altri per definire percorsi e progettualità con l’obiettivo di garantire benessere e sicurezza ai cittadini di Sciacca”.