Marinaio soccorso nel Canale di Sicilia dalla Guardia Costiera

Una articolata operazione di soccorso in mare, che in gergo viene definita Medevac – Medical Evacuation – è stata condotta dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle, con l’ausilio del personale sanitario del 118.

Un peschereccio della marineria di Mazara del Vallo, in operazione di pesca nel Canale di Sicilia, ha lanciato una richiesta di soccorso medico al Cirm, Centro internazionale radio medico, di Roma, in quanto un marinaio a bordo era stato colpito da un ictus.

I sanitari del Cirm hanno dato subito assistenza radio al comandante del peschereccio, indicando quale era il primo intervento da effettuare, nel contempo hanno allertato la Sala operativa del Comando Generale della Capitanerie di Porto di Roma. Da qui la disposizione di intervento al Comando della Guardia costiera competente per zona, ovvero Porto Empedocle.

Dell’emergenza sanitaria veniva quindi informata la Sala operativa del 118 dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, che invia in porto una ambulanza con il relativo personale sanitario. Il medico rianimatore veniva quindi fatto salire a bordo della Motovedetta CP 819 del servizio Sar della Guardia costiera che ha gran velocità si dirigeva incontro al peschereccio. Una volta raggiunto, il medico ha prestato il primo soccorso allo sfortunato marinaio che veniva quindi trasbordato sulla Motovedetta per essere condotto a terra.

Arrivato in porto l’ammalato veniva caricato sull’ambulanza e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale per le cure del caso.