Cattolica, inchiesta dei carabinieri sulla gestione del campo sportivo

I carabinieri di Cattolica Eraclea, guidati dal maresciallo Liborio Riggi, hanno aperto un’inchiesta sulla gestione del campo sportivo. Al centro dell’indagine la gestione, a quanto pare facilona e personalistica, dello stadio comunale cattolicese.

Al vaglio degli investigatori una serie di vicende e alterchi che avrebbero visto coinvolti, tra gli altri, i presidenti dell’Asd Cattolica Eraclea, Giuseppe Costanza, e il presidente dell’Asd Futura, Nino Termine.  Sono già state convocate in caserma e sentite dai carabinieri alcune persone informate dei fatti. Intanto il sindaco Nicolò Termine, in attesa di pubblicare un bando pubblico, ha revocato alle due associazioni l’affidamento della gestione e della custodia dello stadio comunale.

“Visto che le due associazioni – si legge nella Determinazione del sindaco del 27/06/2012 – non collaborano fra loro ai fini dell’utilizzo dell’impianto sportivo… non è più possibile mantenere l’affidamento della struttura sportiva”.

“Riporteremo la legalità al campo sportivo dove in questi anni ognuno ha fatto come fosse casa propria”, ha dichiarato il primo cittadino. La vicenda sta sollevando in questi giorni polemiche sul web, mentre i carabinieri continuano le indagini.