Licata, immigrati in fuga dal centro di accoglienza aggrediscono i carabinieri

Prima sono fuggiti dal centro di accoglienza di Licata in cui erano ospitati in attesa dell’espatrio, subito dopo sono riusciti a salire su un autobus di linea partito da Palma di Montechiaro in direzione Palermo.

Ma sulle tracce di una decina di extracomunitari fuggitivi, una volta lanciato l’allarme dagli operatori del centro, ieri pomeriggio, si sono immediatamente messi i carabinieri delle compagnie di Agrigento e di Cammarata che sono subito riusciti ad avere contezza che si trovassero su quel pullman. All’altezza di Mussomeli, il bus è stato intercettato e bloccato dai militari. Gli immigrati, capita la situazione,  hanno tentato la fuga scagliandosi contro i carabinieri con calci e pugni. Gli extracomunitari in fuga sarebbero però stati tutti bloccati e riportati indietro e la loro posizione è al vaglio degli inquirenti. I carabinieri della compagnia di Cammarata sono rimasti leggermente feriti e hanno riportato pochi giorni di prognosi per le cure di escoriazioni e leggeri traumi in varie parti del corpo. Le sequenze dell’inseguimento dell’autobus e del successivo blocco, così come quelle della tentata fuga di migranti, che hanno cercato via libera lungo la statale 189 e le attigue campagne, sono state abbastanza concitate. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Mussomeli e la Procura della Repubblica di Caltanissetta, competenti per territorio.