Aragona, trovato con cartucce 7,65: denunciato giovane operaio

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Canicattì e della Stazione di Aragona, nel corso della mattinata, nell’ambito dell’attività finalizzata alla ricerca di armi e munizioni illegalmente detenuti, hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione di un operaio di Aragona.

Nel corso del servizio i militari dell’Arma hanno rinvenuto 66 cartucce calibro 7,65, che il proprietario dell’abitazione deteneva illegalmente, abilmente occultate all’interno di un armadio della propria camera da letto.

Il materiale è stato quindi sottoposto a sequestro mentre il giovane trovato in possesso del munizionamento, P.U., di 23 anni, operaio del luogo, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento per l’ipotesi di reato di detenzione abusiva di munizioni.