Ribera, lo strazio degli amici su facebook per la morte di Giovanni ed Emanuela

L’ennesima tragedia della strada che ha fatto precipitare nel dolore e nello sconforto la “città delle arance”.  Al funerale e su facebook lo strazio degli amici, dei parenti e dei conoscenti per la tragica morte di Giovanni Ragusa, 35 anni, architetto, consigliere comunale di Ribera, ed Emanuela Guddemi, 32 anni, giornalista pubblicista, condirettore di “Paese mio”, laureata in scienze della comunicazione, in dolce attesa di una creatura.

“Quella è una strada maledetta che ha fatto altre due vittime innocenti”, scrive Giuseppe Carnemolla sul social network commentando la terribile notizia.  “Dire che sono scioccato é poco… addio grandissimo presidente a te ed alla tua Manuela”, scrive Claudio Silvio. “Non ho parole per quello che è successo, che tristezza! Ciao Emanuela”, commenta Leonardo Firetto. “Vi ricorderò per sempre con affetto non dimenticando mai i bei momenti trascorsi assieme. Ciao ragazzi vi voglio bene”, è il ricordo di Gerlando Zicari. “Esprimo le mie più sentite condoglianze alle famiglie Ragusa e Guddemi,per la tragica scomparsa dei loro cari”, posta Aldo Mucci.   “Che terribile notizia, sono addolorata!”, scrive Caterina Buccheri. “Un forte abbraccio ai familiari per questa tragica perdita”, lascia scritto Francesca Gabri Santangelo. “Che tragedia, Giovanni ed Emanuela erano due ragazzi meravigliosi”, ricorda Marilena Zambito. “La vostra morte mi crea enorme sofferenza! Addio e riposate in pace Giovanni ed Emanuela!”, è il cordoglio di Angelo Renda.

“Che tristezza, che morte terribile, ciao ragazzi”, dice Gaetano Paxia. “Orrore si aggiunge ad orrore: le vittime sono tre. La ragazza era incinta e che la coppia tornava da Palermo per una visita di controllo, una notizia terribile”, scrive Davide Cufalo del sito sicanianews.it. “Non ci sono parole… una tragedia assurda Rip dear angel Giovanni & Manuela! Mi stringo al dolore delle famiglie e dell’intera cittadina”, scrive Sergio Marina. “Con grande tristezza mi associo al dolore delle famiglie colpite da questa orribile sciagura, le mie più sentite condoglianze vanno alle famiglie dei due ragazzi venuti a mancare nel fiore della loro vita, che il Signore li accolga nei cieli per la vita eterna prego per le loro anime”, scrive Santino Marù. “E’ stata per noi una tragedia indescrivibile, un dolore immenso, è stata una grave perdita per la città. Giovanni ed Emanuela erano due ragazzi fantastici e pieni di entusiasmo. Emanuela era l’anima e la condirettore del nostro giornale locale ‘Paese Mio”, ha commentato addolorato Enzo Minio.  “Più ci penso e più sono senza parole. Che Dio vi accolga a braccia aperte come sicuramente succederà. Ciao Giovanni ed Emanuela”, scrive Concetta Marsala. “Erano sposati da un anno – ricorda  Liliana Sabella – Emanuela era incinta siamo tutti scioccati a Ribera, poveri ragazzi, che pena. E’ da quando lo saputo che piango, che Dio li accolga con il loro angioletto”. “Io sono senza parole – posta Nino Tortorici – è un’altra cattiva notizia per il nostro paese, le morti di Giovanni ed Emanuela, due ragazzi fantastici,  vanno purtroppo ad aggiungersi ai tanti ragazzi giovanissimi che ci hanno lasciato in questi ultimi anni con tantissime disgrazie”. “Non ci sono parole – scrive Enzo Cusumano – ancora una volta Ribera viene scossa da una tragedia inspiegabile. Riposate in pace Giovanni ed Emanuela”. “Non ci sono parole per la loro morte – scrive Rosy Caddeo – ma la morte li ha uniti per tutta la vita!”.