Porto Empedocle, arrestata donna trovata a casa con 200 grammi tra hashish e marijuana

La polizia interviene per una lite in famiglia e trova a casa anche un bel po’ di droga. I poliziotti del commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, hanno arrestato domenica scorsa E.F., 32 anni, donna incensurata empedoclina, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti di polizia erano intervenuti nell’abitazione della donna per sedare una lite scoppiata tra familiari a quanto pare per futili motivi. Ma il comportamento dei protagonisti della lite ha insospettito i poliziotti che hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare che ha avuto esito positivo. Gli agenti hanno infatti trovato ben nascosti nell’abitazione circa 200 grammi di sostanza stupefacente, tra marijuana e hashish. Per la trentaduenne empedoclina sono così scattate le manette e il successivo trasferimento nel reparto femminile del carcere agrigentino di contrada Petrusa dove resta a disposizione dell’autorità giudiziaria, dovrò rispondere dell’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.