Nave per Lampedusa, caos al porto di Porto Empedocle: interviene la polizia

Caos al porto empedoclino prima della partenza per Lampedusa sabato a mezzanotte. Prenotazioni cancellate, disagi e liti dopo il guasto al motore della nave ‘Palladio’ e la sostituzione con la ‘Paolo Veronese’.

Il tempestivo intervento dei poliziotti del commissariato ‘Frontiera’, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, ha evitato che la situazione degenerasse. La motonave ‘Veronese’ sabato notte doveva partire per le isole Pelagie, ma e’ piu’ piccola rispetto alla ‘Palladio’ che deve essere riparata, e dunque non c’erano i posti e le cabine per quanti avevano prenotato. E’ scoppiato cosi’ il putiferio con viaggiatori inferociti che hanno accerchiato gli uffici della Siremar al porto di Porto Empedecle chiedendo energicamente spiegazione e chiarimenti su quanto accaduto. La situazione stava degenerando, si e’ sfiorata qualche rissa. I poliziotti hanno evitato il peggio e riportato la calma proponendo una soluzione che ha accontentato tutti: cabine e posti a sedere sono stati dati ad anziani, donne e bambini. La nave per Lampedusa alla fine e’ salpata dal porto empedoclino alle sei del mattino.

Guasto alla nave di Lampedusa, 10 ore di ritardo per l’arrivo a Porto Empedocle

Eraclea Minoa e Bovo Marina, ‘pugno duro’ contro caos ferragosto: multe e tende smontate