Punta Bianca ‘invasa’ dai rifiuti, giornata di volontariato per la pulizia

Ambiente e turismo nell’Agrigentino, volontari in azione per la pulizia straordinaria della spiaggia di Punta Bianca e appelli su facebook. A promuovere l’iniziativa – domenica 26 agosto, dalle ore 10 in poi – le sezioni agrigentine delle associazioni ambientaliste  Mareamico, guidata da Claudio Lombardo, e Marevivo, presieduta da Fabio Galluzzo.

“Domani, in moto, in jeep, in bici o in gommone i volontari, come pure i semplici visitatori, raggiungeranno la splendida spiaggia di marna bianca, che rappresenta l’estremo confine ad est del comune di Agrigento, per liberarla dai rifiuti che tanti incivili hanno abbandonato ma anche per fruire dello splendido mare ancora incontaminato, in questo ultimo scorcio d’estate”, si legge in una nota congiunta delle associazioni ambientaliste. “Mareamico e Marevivo – aggiungono – intendono promuovere questa pulizia straordinaria per non darla vinta ai tanti incivili inquinatori che hanno sfregiato la bellezza incontaminata di questi luoghi arrivando pure ad abbandonare in spiaggia delle batterie di auto, dopo averle utilizzate nella notte di ferragosto. Punta Bianca rappresenta l’unica zona ancora incontaminata tra le coste agrigentine. Per questo motivo, già nel 1996, è stata presentata una corposa documentazione all’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, finalizzata all’istituzione di una riserva naturale orientata per questo territorio fino al castello di Palma di Montechiaro che ancora giace nei cassetti della Regione”. Intanto contro l’inciviltà in spiaggia a Punta Bianca esplode la rabbia su facebook. “Si dovrebbe fare prima un corso di educazione civica a tutti gli abitanti di Agrigento e provincia! E non tollero scuse come ad esempio la mancanza di appositi cestini perchè anche quando ci fossero la lagnusia agrigentina non ti permette di fare due passi in più per raggiungerlo. Del resto caro maleducato, come ti porti le cose al mare per mangiare e farti i tuoi comodi te le riporti indietro”, posta sul social network Giuseppe Alfieri. “Quello agrigentino è un popolo da medaglia d’oro per inciviltà e odio per la natura”, secondo Giovanni Parisi. “Oltre alla pulizia straordinaria occorre la pulizia giornaliera”, scrive Rita Milioto.  “Se ognuno di noi invece di buttare una carta a terra la raccogliesse – posta Antonio Rizzuto – sarebbe tutto pulito! Anche io domenica mattina sono disponibile a pulire Punta Bianca, ma diciamolo francamente: abbiamo 140 chilometri di costa bellissima tutta da salvaguardare, l’appello a bagnanti e turisti è quello di rispettarla e tenerla pulita”.