Immigrazione: sbarco ad Eraclea Minoa, scoppia il putiferio su Facebook

Sbarco di immigrati ad Eraclea Minoa: scatta “l’allarme” in paese e scoppia il “putiferio” su Facebook. Si è acceso il dibattito sul web dopo l’approdo di un’ottantina di extracomunitari, venerdì sera, tra Eraclea Minoa e Bovo Marina.

C’è chi è favorevole all’accoglienza, chi è contrario. “Chissà sula nni mancava”, posta sul social network Francesca Catalanotto. “E’ finita la pace pure a Cattolica e dintorni”, scrive Marilena Livecchi.

“Se iniziano a sbarcare qua si mangiano la Sicilia come sta succedendo a Lampedusa, dobbiamo essere noi siciliani a ribellarci”, commenta Cecilia Mirabile. “Tra rumeni e immigrati africani c’è meno sicurezza sulle strade”, secondo Giusy Di Caro. “Allibito per questi commenti, tutti preoccupati di come questi disperati possano turbare la nostra sicurezza. Nessuno si chiede se c’è bisogno di coperte, di vestiti o semplicemente di acqua. Sono questi i preziosi valori cristiani della nostra ‘civiltà occidentale’  che dovremmo preservare dall’invasione dei cosiddetti ‘selvaggi’?”, chiede Giuseppe Di Benedetto. “E’ assurdo che in un paese di migranti come Cattolica Eraclea ci si possa indignare per la presenza di stranieri disperati. Leggo forme di razzismo, presunzioni di superiorità e poca voglia di guardare in faccia la realtà. Perché le vostre vite dovrebbero valere di più di quelle di questi poveracci?”, posta Mariarita Caracappa. “Siete solo gente senza cuore, mettetevi voi nei loro panni. Non sapete i problemi che hanno nei loro paesi: maltrattamenti, muoiono di fame ecc.”, scrive Calogero Jonut Bartolomeo Diaz. “Non penso – scrive Giusy Bentivegna – che queste persone vengano qui per rovinare la nostra quiete e le nostre vite, sicuramente scappano da problemi ben più gravi. Si dovrebbe pensare a come accoglierli,  ci vorrebbero delle strutture che purtroppo mancano”.

VIDEO 1. VIDEO 2. VIDEO 3. VIDEO 4.