Acqua, 19 sindaci agrigentini non consegnano reti idriche a Girgenti Acque’

I sindaci dei Comuni di Alessandria della Rocca, Aragona, Bivona, Burgio, Camastra, Cammarata, Cianciana, Joppolo Giancaxio, Menfi, Montevago, Palma di Montechiaro, Sambuca di Sicilia, San Biagio Platani, Santa Elisabetta, Santa Margherita Belice, Sant’Angelo Muxaro, Santo Stefano di Quisquina e Villafranca Sicula, si sono riuniti ieri mattina a Joppolo Giancaxio per ribadire, ancora una volta, la contrarietà di tutte le comunità rappresentate alla consegna degli impianti e delle reti idriche alla Girgenti acque spa.

 

“Insieme ai Consigli comunali ed alle proprie comunità i sindaci porranno in essere ogni iniziativa al fine di impedire la consegna delle proprie risorse e dei propri impianti ai privati. Nonostante manchino poche settimane al voto per il rinnovo dell’Ars – dichiarano i sindaci in una nota – con un provvedimento assolutamente illegittimo il governo regionale tenta di vanificare l’esito referendario che ha visto gli italiani, a grandissima maggioranza, esprimersi per il ritorno alla gestione pubblica dell’acqua”.


Tutti i sindaci hanno deciso di impugnare il provvedimento di nomina della dottoressa Chiara Restivo quale commissario ad acta e di organizzare sin da subito, insieme ai rispettivi Consigli comunali, numerose manifestazioni in tutte le comunità interessate chiedendo altresì al Presidente della Regione ed all’Assessore all’energia, la revoca del provvedimento.