Emergenza sanitaria nell’Agrigentino, 19 Comuni sommersi dai rifiuti

Emergenza rifiuti nell’Agrigentino, 19 Comuni sommersi dai rifiuti. Continua lo sciopero degli operatori ecologici della Gesa Ato Ag 2 che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento nella città dei templi e in altri diciotto paesi della provincia di Agrigento.

Gli operai chiedo gli stipendi arretrati: quattro mensilità più la quattordicesima. L’imprenditore Giuseppe Catanzaro chiede alla Gesa il pagamento dei debiti per conferire l’immondizia. Mentre scoppia l’emergenza sanitaria e protestano cittadini, commercianti, operatori turistici. La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un’inchiesta. Già ascoltata la manager della Gesa Ato Ag 2 Teresa Restivo.