‘Piano città Sciacca’, la Giunta Di Paola presenta il progetto all’Anci

L’Amministrazione comunale ha presentato all’Anci, l’Associazione Nazionale Comuni d’Italia, il Piano Città “Sciacca” per il finanziamento di diversi progetti. È quanto rendono noto il sindaco Fabrizio Di Paola e l’Assessore all’Urbanistica Ignazio Bivona.

La proposta di contratto di valorizzazione urbana di ambiti urbani degradati, si inquadra all’interno dell’iniziativa del Piano Nazionale per le Città, previsto dal Decreto “Cresci l’Italia”. La proposta è stata elaborata dall’Ufficio comunale Sviluppo Economico sotto il coordinamento del dirigente Venerando Rapisardi e dell’architetto Sina Ciaccio, di concerto con i dirigenti dei Lavori Pubblici e ed Urbanistica. Il Piano individua l’ambito urbano dell’intero Centro Storico. L’iniziativa mira ad acquisire una quota del finanziamento complessivo di 24 milioni di euro stanziati dal Ministero da spalmare nelle annualità 2012-2017.  Sin dalla prima fase del lavoro, – spiegano il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore Ignazio Bivona –  il modello adottato è stato quello della “pianificazione partecipata”, con l’obiettivo di giungere alla definizione e realizzazione di un Programma condiviso e corrispondente alle reali aspirazioni dei cittadini. Il Comune di Sciacca, infatti,  ha proposto la realizzazione di un progetto integrato, che mette insieme azioni di diversi soggetti interessati, che collega una serie di interventi  pubblici, privati ed altri  già finanziati con risorse del PO FESR e FEP, finalizzate alla riqualificazione e valorizzazione del Centro Storico.


La proposta di contratto di Valorizzazione Urbana presentata all’Anci prevede 14 interventi pubblici e 17 proposte private giunte sotto forma di manifestazione d’interesse, per un totale complessivo di €. 71.320.175,00. Degli investimenti pubblici:  8.977.500,00 euro provengono da risorse del PO FESR Sicilia 2007-2013, 480.000,00 euro dai fondi FEP, 38.278.007,02 euro rappresentano gli investimenti dei privati, 23.584.667,98 euro è la somma richiesta al “Piano per le Città” per gli interventi di riqualificazione urbana.

La proposta richiesta a finanziamento comprende i seguenti progetti pubblici: Riqualificazione urbana e della Piazza Gerardo Noceto (quartiere di San Michele); Riqualificazione urbana del quartiere Santa Caterina; Riqualificazione del Corso Vittorio Emanuele, Riqualificazione urbana del quartiere della Marina; Riqualificazione urbana del quartiere dei Marinai; Riqualificazione integrata e rafforzamento di funzioni e servizi della via Tumolieri; la Costruzione del Parcheggio urbano denominato “Porta Palermo”; il progetto di riuso funzionale dell’ex Mattatoio Comunale.

Di questi, i primi 6 progetti sono esecutivi e cantierabili  e quindi pienamente  coerenti ai criteri qualificanti per accedere ai finanziamenti. Fra le principali proposte dei privati risultano i progetti di Riqualificazione delle aree Cansalamone ed ex stazione FF.SS., la realizzazione di un Parcheggio privato , la riqualificazione di palazzi storici-monumentali ed altri, oltre alla realizzazione di un Centro di riabilitazione integrata per disabili.