Casteltermini, Giunta Sapia approva schema Bilancio 2012 senza ‘tartassare’ i cittadini

La giunta comunale di Casteltermini approva lo schema di Bilancio 2012, senza però “tartassare” i cittadini.

Ne danno notizia, con soddisfazione, il sindaco Nuccio Sapia e il suo vice Ignazio Ferlisi, che ha anche la delega al Bilancio.

Un obiettivo che si allinea con in tempi, imposti dall’autorità statale, che prevede l’approvazione del determinante documento economico entro il 31 ottobre prossimo, scongiurando così il rischio di default.

“Non possiamo che essere orgogliosi del risultato raggiunto – dicono Sapia e Ferlisi. Con la crisi dilagante, con i continui tagli ai trasferimenti, approvare lo schema non è stato sicuramente facile, così come non lo è stato evitare di mettere le mani in tasca ai cittadini. Siamo però riusciti nell’impresa, a dispetto di chi non credeva che ciò fosse possibile. Chiudiamo con un conteggio in pari, rispettando il patto di stabilità e raggiungendo gli equilibri di bilancio. Davvero un bel successo. Le uscite, sono equiparate, almeno per sommi capi, alle entrate, che sono state stabilite in 16.700.000 di euro.


L’approvazione dello strumento finanziarioè prerogativa di attuazione della programmazione amministrativa in termini di rilancio economico del paese e di realizzazione di opere pubbliche. A ciò si aggiunge lo scampato pericolo di tassazioni aggiuntive per i cittadini.

Come siamo arrivati al traguardo? Semplice, il primo passo è stato un taglio netto della spesa: a partire dai costi delle spese di rappresentanza, alla stretta sulle bollette telefoniche, con un uso quanto più razionale possibile delle linee comunali e dei telefoni di servizio ed ancora, la riduzione del 50% dei buoni pasto ai dipendenti e la soppressione di tutte quelle spese non necessarie. In tal modo siamo riusciti a recuperare una serie di somme, incrementate anche dalla previsione di riscossione dell’Ici tanto sugli impianti fotovoltaici, che instistono nel nostro territorio, quanto sui numerosi immobili fantasma segnalati dall’Agenzia delle Entrate, e sui quali applicheremo per 5 anni a ritroso la tassa comunale. Un altro dato positivo e che denota la puntualità dei castelterminesi, è quello relativo ai pagamenti dell’Imu. Ci è pevenuta notizia dal Ministero che ha fornito i dati ufficiali secondo i quali il gettito a Casteltermini è stato positivo con i paganti che hanno raggiunto un numero altissimo”.

. “La nostra soddisfazione è più grande – proseguono Sapia e Ferlisi – ove si consideri che abbiamo approvato sì il bilancio ma lo abbiamo fatto evitando di aumentare le bollette Tarsu, che a Casteltermini rimangono a 2.40 euro al metro quadro – ciò a differenza di altri comuni nelle pertinenze dell’Ato Ag2,c he le hanno aumentate fino a 2.90 Euro; abbiamo mantenuto le tariffe Imu al livello base; non abbiamo aumentato, altresì, i costi dei servizi: scuolabus, mense scolastiche etc e soprattutto, in questi tempi di crisi, abbiamo centrato l’obiettivo di incrementare le risorse destinate al contrasto della povertà “.

Il passo successivo sarà il vaglio dello schema da parte dei revisori dei conti, da lì lo schema approderà in consiglio comunale per la definitiva approvazione.

“Fatto ciò, proseguono gli amministratori, inizieremo con la realizzazione dei primi obiettivi, alcuni dei quali già esplicitati in campagna elettorale: rete wireless gratuita nel centro storico, unificazione in rete dei servizi comunali, così da ridurre i costi ed ottimizzare i tempi e le logistiche burocratiche, messa in sicurezza di alcune strade”.