Missionario agrigentino ferito in Tanzania durante una rapina



angelo-burgio-con-bimbiLa notte del 15 novembre don Angelo Burgio, parroco di Ismani (diocesi di Iringa, Tanzania), ed il vice parroco, padre Herman, hanno subito un furto ai danni della loro parrocchia, perpetrato da parte di una banda di ragazzi, nel corso del quale sono rimasti feriti. Don Angelo Burgio, originario di Campobello di Licata (Agrigento, Italia), missionario in Tanzania dal 1979, è stato immediatamente trasportato nell’ospedale di Iringa dove gli sono state prestate le cure necessarie. Secondo le informazioni diffuse dalla diocesi di Agrigento, le attuali condizioni di salute di padre Angelo Burgio non destano particolari preoccupazioni e si prevede una sua dimissione nei prossimi giorni. Don Angelo è assistito con grande attenzione e affetto dai missionari laici della diocesi di Agrigento presenti a Ismani e dai confratelli della diocesi di Iringa.


L’arcivescovo di Agrigento, monsignor Francesco Montenegro, appresa la notizia del ferimento, la notte del 15 novembre, di don Angelo Burgio e del suo vice parroco padre Herman nel corso di un furto ai danni della parrocchia di Ismani (Iringa – Tanzania) invita la comunità ecclesiale alla preghiera per don Angelo e di padre Herman. Don Angelo Burgio, originario di Campobello di Licata, missionario agrigentino in Tanzania dal 1979, è stato immediatamente trasportato nell’ospedale di Iringa dove gli sono state prestate le cure necessarie. Le sue attuali condizioni di salute non destano particolari preoccupazioni e si prevede una sua dimissione nei prossimi giorni. Don Angelo è assistito dai missionari laici della nostra diocesi presenti a Ismani.