Stalking e incendio doloso, arrestato rumeno a Ravanusa

A Ravanusa i Carabinieri nel corso del pomeriggio hanno arrestato Ionut Chiarita, 29enne, di nazionalità rumena, già noto alle Forze dell’Ordine. L’uomo è stato colpito da ordinanza del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Agrigento in quanto ritenuto responsabile di incendio doloso e stalking.

 

La magistratura ha emesso il provvedimento restrittivo avendo concordato pienamente con le risultanze di un’attività investigativa condotta dai Carabinieri di Ravanusa, che ha consentito di appurare precise responsabilità da parte dell’arrestato circa la commissione di un incendio avvenuto il 15 novembre appena decorso nella stessa Ravanusa.


L’indagine ha anche consentito di mettere in luce una serie di atti persecutori che l’uomo aveva posto in essere negli ultimi tempi nei confronti di una donna con la quale intratteneva una relazione more uxorio, posta infine al riparo dai militari dell’Arma dopo numerose e continue vessazioni patite.

L’attività, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Agrigento, Dr. Santo Fornasier, ha visto impegnati i militari dell’Arma ininterrottamente per più di un mese, sfociate nell’emissione del provvedimento restrittivo a carico dell’uomo che in un primo momento aveva tentato di depistare gli investigatori con false indicazioni e dichiarazioni su quanto era realmente accaduto dopo l’incendio della propria abitazione.

Espletate le preliminari formalità di rito nella sede della Stazione Carabinieri, Chiarita è stato condotto al carcere di contrada “Petrusa”.