Violenza e stalking sulle donne in aumento nell’Agrigentino nel 2012, dati ‘Telefono Aiuto’

In continuo aumento i casi di stalking e violenza sulle donne nell’Agrigentino. Sono 223 gli interventi richiesti al “Telefono Aiuto” nel 2012, una quarantina in più rispetto ai 181 del 2011. E comincia malissimo il 2013: a Ribera un 23enne accoltella la sua ex, a Porto Empedocle un 21enne picchia la fidanzata.

“Sono dati allarmanti, le richieste d’aiuto ci arrivano da  tutta la provincia di Agrigento, a chiamare non sono solo le donne ma anche le ragazzine. La violenza sulle donne colpisce le più giovani, in alcuni casi minorenni”, afferma Antonella Gallo Carrabba, presidente del centro antiviolenza “Telefono Aiuto”. “C’è una nuova consapevolezza di sé e una maggiore percezione della violenza. Mentre prima era considerata solo quella fisica e sessuale, ore le donne – spiega la Carrabba – riconoscono come violenza anche certe situazioni di sudditanza psicologica ed economica e certi comportamenti persecutori degli ex, grazie anche agli effetti della nuova legge sullo stalking. Garantendo l’anonimato noi offriamo sostegno, ascolto, consulenza psicologica e legale, informazioni sui servizi nel territorio grazie ai vari protocolli cha abbiamo stipulato con i comuni, con l’Asp la polizia e i carabinieri. Ogni decisione e attività su denunce, attivazione dei servizi e altro viene intrapresa esclusivamente con il consenso della donna”. Si può chiamare dal lunedì al sabato dalle ore 09:30 alle 12:30 al numero verde 800.961.931.

Porto Empedocle, picchia la sua ex e la polizia lo arresta

Accoltella la sua ex al cimitero, fermato 23enne di Ribera

Stalking e violenza nell’Agrigentino, la voce delle donne