Villafranca Sicula, riprese le ricerche dell’operaio travolto dalla frana: scoperto il mezzo

“Sono ricominciate le operazioni di racupero del corpo dell’operaio bivonese Mario Cardinale rimasto sepolto sotto una frana di detriti a Villafranca Sicula”.

Lo fa sapere il sindaco di Bivona, Giovanni Panepinto, che è in queste ore sul posto per seguire le operazioni di ricerca e recupero del concittadino. In un primo momento era stato deciso di mettere in sicurezza il sito prima di procedere al recupero per via delle difficoltà causate da continui smottamenti di terreno sul luogo dell’incidente.

Sul posto  stamani anche l’unità cinofile dei carabinieri di Nicolosi. Per eseguire le  operazioni di recupero del corpo, particolarmente difficoltose, si sta operando con dei mezzi telecomandanti a distanza da personale esperto dell’Italkali di Realmonte.

“E’ stato già individuato e scoperto in parte il mezzo a bordo del quale si trovava Mario Cardinale, un gran lavoratore stimato da tutti tragicamente scomparso, ma le operazione a quanto pare saranno ancora difficoltose”, ha detto Panepinto.

La frana che ha ucciso Mario Cardinale, 50 anni, di Bivona, si è verificata mercoledì scorso. L’uomo stava lavorando a bordo di un mezzo quando improvvisamente una parete ha ceduto travolgendolo. Subito sono scattati i soccorsi, ma per l’operaio non c’è stato nulla da fare. Il suo corpo è ancora tra le macerie.