Porto Empedocle, operazione ‘Phoenix’ della Guardia costiera

Sequestrati circa 300 metri di rete e 30 chili di pesce,  elevate cinque sanzioni amministrative di mille euro ciascuna a cinque persone che pescavano illecitamente in porto e senza licenza di pesca.

E’ questo il bilancio dell’operazione  denominata “Phoenix” svolta dai militari della Guardia Costiera di Porto Empedocle, diretti dal comandante Rinaldo Di Martino, nell’ambito dei controlli della filiera della pesca e per la tutela dei consumatori. Il primo intervento è stato mirato al controllo della vendita di pesce nel locale mercato settimanale di viale dello Sport. Qui i militari del nucleo di polizia marittima della Capitaneria di Porto hanno sequestrato oltre 30 kg di pesce di vario tipo. Le cassette erano sul marciapiede ed abbandonate da ignoti venditori  fuggiti alla vista dei militari. Il pesce sarà distrutto in quanto non idoneo al consumo. Il secondo intervento è stato effettuato al porto   dove sono stati intercettati cinque pescatori abusivi responsabili dell’illecito amministrativo di pesca e detenzione di attrezzi da pesca professionali su natanti da diporto.