Crollo ponte Verdura, Ruvolo chiede ‘stato di crisi e annullamento Imu’

“I Governi nazionale e regionale attivino immediatamente tutti gli strumenti in loro possesso per supportare economicamente i comparti produttivi danneggiati dal crollo del Ponte Verdura”.

È quanto chiede a Palazzo Chigi e a Palazzo d’Orleans l’onorevole Giuseppe Ruvolo pensando soprattutto agli agrumicoltori del comprensorio riberese e al settore ittico di Sciacca, paralizzati per effetto dell’interruzione stradale sulla statale 115. Secondo il parlamentare una delle soluzioni praticabili è la dichiarazione dello Stato di Crisi. “Attendere ancora più di un mese per i lavori dell’Anas – prosegue Ruvolo – significa, per chi commercializza il proprio prodotto solo in questo periodo dell’anno, spegnersi in una lenta agonia che può rappresentare un fatale punto di non ritorno per tante aziende”. Parallelamente Ruvolo chiederà lo stop alla riscossione dell’Imu sui terreni agricoli e i fabbricati rurali. “Tra commissioni disdette e prestiti contratti – conclude -, l’unica soluzione ad una nuova onta micidiale per l’economia del territorio è assistere imprese agricole ed ittiche limitando le perdite”.

Crocetta sul ponte Verdura: ‘Pronto in un mese’ (FOTO-VIDEO)