Sequestrato nascente mini parco eolico a Cattolica Eraclea

CATTOLICA ERACLEA. E’ stato sequestrato il nascente mini parco eolico sulla Montagna Lunga. I carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Liborio Riggi, nel corso dell’indagine aperta dopo la denuncia presentata da alcuni cittadini, hanno messo ieri mattina i sigilli al cantiere denunciando a piede libero il proprietario, A. S. di Agrigento, e gli esecutori dei lavori finalizzati all’installazione di tre pale eoliche.

Ai tre vengono contestati lavori abusivi – “in assenza di autorizzazioni” secondo gli inquirenti – e reati ambientali con l’aggravante di aver arrecato grave rischio per l’incolumità pubblica. Sotto accusa i lavori svolti per allargare la strada che porta in contrada Principotto – Montagna Lunga dove è stato realizzato un basamento di cemento “a 600 metri dal centro abitato”, si legge nella denuncia. In particolare, sono stati sottoposti a sequestro due tratti di strada di un chilometro metà di proprietà del Comune che attraversa il demanio forestale e metà del privato. L’area sottoposta a sequestro preventivo su cui dovrebbe sorgere il mini parco eolico sarebbe di oltre 1000 metri quadrati. “Il progetto per queste pale eoliche è stato presentato al Comune – spiega il sindaco Nicolò Termine –  con la Procedura Abilitativa Semplificata (PAS) e quindi sarebbe in regola, un’altra cosa sono i lavori fini qui svolti sui quali sono in corso indagini dei carabinieri”.