Cattolica Eraclea, uccisi i cani del comandante Campisi

Sono stati uccisi con del veleno i cani del comandante della polizia municipale di Cattolica Eraclea, Pasquale Campisi. I due animali si trovavano in un box nel giardino dietro la chiesa della Mercede, in via Fratelli Bandiera.

Ignoti, nella notte tra giovedì e venerdì, avrebbero lanciato dal cancello delle polpette di carne avvelenate che hanno ucciso Titty e Stella, due cagne meticce alle quali il comandante era notoriamente affezionato. “Mi dispiace soprattutto per Stella, aveva un fiuto particolare e due anni fa fu lei a ritrovare un anziano cattolicese che era scomparso tra le campagne – dice il comandante Pasquale Campisi -. Non ho dubbi –prosegue — che sia un gesto vigliacco da collegare all’attività che svolgo come comandante della polizia municipale, ma non è facile capire chi possa essere stato. Di certo – aggiunge -c’è che non mi faccio intimidire da nessuno e vado avanti con la determinazione di sempre”. Dello stesso avviso è il sindaco Nicolò Termine: “Esprimo solidarietà e sostegno a nome di tutta la giunta al comandante Pasquale Campisi collpito da un vile gesto intimidatorio che condanniamo e respingiamo con fermezza. E’ chiaro che il comandante Campisi con la sua attività avrà dato fastidio a qualcuno. Come sindaco sono al suo fianco, le intimidazioni non condizioneranno né l’attività del comandante né quella dell’amministrazione comunale”. Indagano i carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Liborio Riggi.