Bruciato ‘circuito di kart’ a Cattolica Eraclea, indagano i carabinieri

CATTOLICA ERACLEA. Finisce letteralmente in fumo il primo circuito cittadino di go-kart.  Sono state avvolte dalle fiamme 1500 balle di paglia – di proprietà dell’associazione Aerobika sporting  club, presieduta da Vito Greco, insegnante di educazione fisica  di Montallegro – che erano accatastate in una zona abitata in contrada in contrada Zubbia, vicino alla scuola media “Ezio Contino” e che sarebbero dovute servire per delimitare il circuito cittadino per l’evento sportivo programmato per domani.

 

L’incendio, di natura dolosa, fortunatamente non ha fatto in tempo a danneggiare un vicino chiosco adibito alla vendita di panini e bibite altrimenti le conseguenze sarebbero state ben più gravi. I danni, non coperti da assicurazione, ammontano a circa duemila euro. Ma l’amarezza è tanta. Ignoti piromani sono di nuovo entrati in azione a Cattolica Eraclea nella notte tra venerdì e sabato scorso. Per domare le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento. Sul posto i carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Liborio Riggi, durante i rilievi di rito avrebbero trovato evidenti tracce di liquido infiammabile, quasi certamente benzina che avrebbe facilitato l’accensione del rogo che ha mandato in fumo, almeno per il momento, il sogno di un gruppo di sportivi di realizzare una gara di go-kart su circuito cittadino a Cattolica Eraclea dopo il successo riscosso dalla stessa iniziativa a Montallegro. Sembra essere del tutto esclusa dagli investigatori  l’ipotesi che l’incendio possa essere di natura accidentale.


Nella zona in cui erano ammucchiate le balle di paglia ridotte in cenere era indicata con dei cartelli su alcune transenne la presenza di impianti di video sorveglianza, eventuali riprese saranno quindi passate al setaccio durante le indagini avviate dai carabinieri di Cattolica con il coordinamento della compagnia di Agrigento diretta dal capitano Giuseppe Asti.

“E’ una brutta storia, non sappiamo chi possa aver fatto un gesto del genere, ma non ci arrendiamo e con Pasqualino Beddia e Claudio Tutino, che collaborano all’evento, ci stiamo già dando da fare per recuperare il materiale utile a riproporre la gara di go-kart”, assicura Vito Greco, di Montallegro, con quindici anni di esperienza nel mondo del kart che ha organizzato la manifestazione sportiva in collaborazione con un gruppo di giovani appassionati di Cattolica Eraclea.