Scala dei Turchi e Lido Rossello, al via la bonifica ambientale

Dopo le demolizioni degli ecomostri è tempo di risanamento ambientale sulle spiagge di Lido Rossello e Scala dei Turchi.
Rasi al suolo gli scheletri di cemento che per oltre venti anni hanno sfregiato due tra le spiagge più belle della Sicilia i proprietari dovranno adesso ripristinare i luoghi nel rispetto delle norme sulla tutela dell’ambiente e del paesaggio.
Anche in questa fase dei lavori ci sarà la massima attenzione da parte della Procura della Repubblica di Agrigento che – con l’ingiunzione a demolire firmata dall’aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto Antonella Pandolfi e notificata al sindaco di Realmonte Piero Puccio – ha impresso la svolta dopo un ventennio tra denunce e processi, proteste e polemiche.
Per quanto riguarda Lido Rossello, sulla spiaggia non dovrebbe restare nemmeno un granello di cemento: secondo il progetto di ripristino dovrebbe infatti sparire anche il basamento, qui la montagna non rischierebbe di crollare.
Situazione diversa, al momento, alla Scala dei Turchi. La ditta proprietaria dell’ecomostro abbattuto, la Scatur srl, ha presentato al Comune di Realmonte e al Genio civile di Agrigento i calcoli di verifica di stabilità del pendio dopo la demolizioni mentre resta in attesa del via libera al progetto che prevede di lasciare il basamento di calcestruzzo per evitare lo scivolamento della montagna in spiaggia. Ma in ogni caso l’area sarà mimetizzata con la copertura di sabbia.
Nel frattempo, insieme agli ambientalisti che per anni hanno dato battaglia contro l’abusivismo edilizio lungo la costa agrigentina, esulta il “popolo” di Facebook. “Che bello era ora, complimenti al sindaco e alla sua equipe per l’abbattimento degli ecomostri”, scrive Maria Guarragi. “Non vedevo l’ora!”, posta Sara Vigneri. “Finalmente!”, commenta Desirè Grisafi. Secondo Giuseppe Salvo, invece, “è triste constatare come qualcosa che in qualsiasi parte del mondo sarebbe ordinario in Sicilia diventi straordinario”. “E adesso – scrive Carmina Edoardo – realizzare la ‘Via dell’Amore’, una sorta di percorso naturalistico per gli innamorati come nelle Cinque Terre in Liguria, non è impossibile. Quell’angolo di paradiso tra Lido Rossello e la Scala dei Turchi si presta ad emozioni ancor più forti”.