Amministrative in Sicilia, affluenza in calo: ecco i nuovi sindaci

Chiusi ieri alle 15 i seggi nei 16 comuni siciliani chiamati ai ballottaggi per le amministrative.
L’affluenza è stata del 46,19%, con 21,72 punti in meno rispetto al primo turno, quando votò il 67,9% degli elettori.
Tre i comuni capoluogo alle urne: a Ragusa ha votato il 59,1% (63,48 al primo turno), con un calo di 14,39 punti; a Messina il 45,81% (70,22%) con un meno 24,41; a Siracusa il 35% (66,2%), con un decremento di 31,2 punti.
Federico Piccitto del Movimento 5stelle è il nuovo sindaco a Ragusa: ha ottenuto il ballottaggio con il 69,4%. Giovanni Cosentini, del centrosinistra, si e’ fermato al 30,6%. Al primo turno il candidato 5 Stelel si era fermato al 15,6%.
Giancarlo Garozzo, sostenuto dal centrosinistra, è il nuovo sindaco a Siracusa; ha vinto il ballottaggio col 53,3%. Ezechia Paolo Reale (46,7%) era sostenuto da liste civiche e dai ”ribelli” del Pdl.
Renato Accorinti, tra i fondatori del comitato ‘No Ponte’ ha vinto il ballottaggio a Messina, con il 52%. Felice Calabro’, il candidato del centrosinistra’ che al primo turno non aveva superato il quorum del 50% per soli 59 voti, si e’ fermato questa volta al 48%. ”La mia e’ una vittoria di popolo”, ha commentato il neo sindaco mentre veniva portato in braccio in Municipio da centinaia di sostenitori.
Pasquale Amato invece è il nuovo sindaco di Palma di Montechiaro, eletto nel turno di ballottaggio con 4.477 voti, pari al 51,04 percento delle preferenze. Amato è sostenuto dal Pdl e dalle due liste civiche “Prima di tutto Palma” e “Ricostruiamo insieme”.

I commenti sono chiusi