Sequestrati beni per 582 mln dalle fiamme gialle in Sicilia nei primi 5 mesi 2013

Nei primi cinque mesi dell’anno in Sicilia sono stati sequestrati a Cosa nostra beni per un valore complessivo di 582 milioni di euro, mentre ne sono stati confiscati per quasi 3 milioni. Sul fronte delle indagini antiriciclaggio, invece, le operazioni sospette segnalate sono state 256, 90 le persone indagate, mentre l’importo di denaro e valori illegalmente trasferiti e’ pari a 18 milioni di euro. Sono alcuni dei risultati conseguiti dalle Fiamme gialle siciliane nei primi 5 mesi del 2013, illustrate oggi durante un incontro con la stampa a Palermo in occasione della cerimonia per il 239esimo anniversario della fondazione del Corpo. Alla celebrazione hanno preso parte, tra gli altri, il comandante interregionale dell’Italia Sud-Occidentale, generale di corpo d’armata, Domenico Minervini, e il comandante regionale Sicilia, generale di divisione, Ignazio Gibilaro. Per reati bancari sono state denunciate 226 persone, 28 per reati di usura, per cui sono state arrestati sei soggetti. Intensa l’attivita’ anche sul fronte del contrasto ai reati ambientali con 12 interventi e 45.000 metri quadri di aree a cui sono stati posti i sigilli, 15.000 chili di rifiuti industriali e materiali per un valore di 291.000 euro sono stati sequestrati. (Adnkronos)