Legalità, Iacolino: “Esempio di Don Pino Puglisi patrimonio europeo per i giovani”

L’eurodeputato agrigentino Salvatore Iacolino, relatore permanente della Commissione speciale per la lotta contro la criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro è intervenuto a Bruxelles, in qualità di relatore, all’incontro “Lotta al crimine organizzato – denunciare l’ingiustizia in tutte le sue forme: Beato Don Pino Puglisi” che si è svolto nell’ambito della “Settimana della Speranza”, promossa dalla Commissione degli Episcopati della Comunità Europea (COMECE).

“L’aver voluto richiamare alla memoria l’esperienza illuminata del parroco dei giovani e degli ultimi a Bruxelles – afferma Iacolino – è la testimonianza concreta del fatto che il crimine organizzato e le mafie non hanno più confini e rappresentano una sfida globale che va raccolta e fronteggiata con una lotta efficace e una maggiore cooperazione fra istituzioni, autorità giudiziarie e forze di polizia.

Il martirio di Padre Puglisi – educatore di eccezionale valore – rappresenta un esempio per tutti coloro che non intendono piegarsi alla prevaricazioni della criminalità organizzata mafiosa e che l’UE e tutti i Governi nazionali dovrebbero coerentemente seguire con forza e determinazione.

L’approvazione ad ottobre del rapporto finale della Commissione Crim – conclude Iacolino – rappresenterà pertanto una  straordinaria opportunità per abbattere definitivamente i confini tra gli Stati membri ed elaborare una strategia sulle discipline comuni per la lotta alla criminalità organizzata, alla corruzione ed il riciclaggio capace di salvaguardare l’economia lecita, gli imprenditori onesti e di offrire proposte e opportunità occupazionali ai giovani”.

All’incontro sono intervenuti, tra gli altri, l’Arcivescovo di Palermo, Cardinale Paolo Romeo, il Vescovo di Catanzaro-Squillace, Mons. Vincenzo Bertolone e Mons. Alain Paul Lebeaupin, Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea.