Viabilità nell’Agrigentino, deputato Gallo interroga ministro Lupi

Il deputato nazionale del Popolo della libertà, Riccardo Gallo, annuncia una interrogazione al ministro per le Infrastrutture nel merito delle condizioni di transito lungo la strada statale 115 nell’ Agrigentino. Il parlamentare intende interessare il ministro Lupi a seguito del perdurare delle criticità, e dell’emergere di nuove, sul tracciato della 115. Riccardo Gallo afferma :  “la statale 115 rappresenta da sempre il primo asse viario della provincia di Agrigento, una striscia d’asfalto che da ovest, da Sciacca, collega fino al limite est, a Licata, proseguendo poi oltre, fino a Gela. La strada ha già subito la chiusura per mesi a causa del crollo del ponte sul fiume Verdura. E adesso, la Procura di Sciacca ha sequestrato, e di conseguenza chiuso al transito, il viadotto Carabollace, perché addirittura corpo del reato di omicidio colposo in inchieste per incidenti stradali mortali. Ciò non è tollerabile. Un attento monitoraggio del tratto agrigentino della 115, e un piano di recupero e di ammodernamento, siano inseriti al più presto tra le prime pagine dell’ Agenda nazionale per le opere infrastrutturali. Lungo la 115 si snodano in modo esclusivo i traffici commerciali e turistici della provincia di Agrigento, e non intervenire sulla 115 è come privare un cuore dell’arteria di sangue più importante”.