La prima donna siciliana al Tg1 delle 20, intervista ad Emma D’Aquino

È siciliano è il volto femminile del Tg1 delle 20, l’edizione più seguita della rete «ammiraglia». È di Catania, si chiama Emma D’Aquino laureata in Scienze Politiche.

«Prima di laurearmi ho cominciato a lavorare nelle Tv locali. Facevo di tutto, – dice la D’Aquino al Giornale di Sicilia in un’intervista realizzata da Alfonso Bugea – seguivo la cronaca e facevo anche un divertente programma musicale. Si chiamava ”Frame”, tra i tanti intervistai il chitarrista dei Rem, fu una grande emozione».

«A quel tempo immaginavo che i miei orizzonti professionali iniziassero e finissero in quei locali dove con pochi mezzi andavamoin onda. E invece grazie a una collega, poi diventata amica, cominciai a collaborare prima con Alessandro Cecchi Paone, su Rete 4. Poi approdai in Rai, iniziai con “Cronaca in Diretta”, c’era David Sassoli», continua.

«Dopo qualche esperienza al Tg2 sono finalmente arrivata al Tg1, ormai dieci anni fa. Diversi anni agli speciali, poi il politico per qualche stagione e la cronaca. Ho raccontato il terremoto dell’Aquila – racconta -. Ho intervistato il giorno prima che lo arrestassero Michele Misseri. Ho seguito il delitto di Meredith Kercher a Perugia ed i processi ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito».

«La mia vita è a Roma, ma sono e rimango siciliana, catanese! Proprio quest’anno ho realizzato un altro sogno nel cassetto: ristrutturare la casa di mia nonna materna. È sul mare, adesso è tutta mia».