La Settimana Santa di Cianciana in trasferta in Francia

CIANCIANA. L’associazione Settimana Santa di Cianciana ha portato in Francia i riti del Venerdi Santo e della Pasqua  a Rive de Gier, a 30 chilometri da Lione, dove è presente una nutrita colonia di emigrati ciancianesi  nel corso di un incontro culturale europeo con le comunità di Romania, Repubblica Slovacchia e Francia. Nella piazza principale Marcel Paul della cittadina 50 attori dell’associazione nei giorni scorsi  hanno fatto conoscere oltr’Alpe  la Via Crucis Vivente che viene rappresentata da secoli a Cianciana.

Lo scopo è stato quello di far rivivere i sacri riti del Venerdì Santo e della Pasqua ad alcune migliaia di ciancianesi di diverse generazioni che vivono in Francia, oltre che a promuovere la cultura italiana, intrisa di religiosità e di cattolicesimo. L’associazione, guidata dal presidente Gerlando D’Angelo, ha portato oltr’Alpe costumi, attrezzature varie per la rappresentazione e perfino tre grandi croci dove sono stati crocifissi Gesù e i due ladroni.

La processione, che si è svolta nella piazza davanti al palazzo del comune, ha visto la partecipazione del nuovo sindaco di Cianciana Santo Alfano e il coinvolgimento del sindaco di Rive de Gier, Jean Claude Charvin, che ha indossato durante il corteo storico, per la piena compartecipazione all’evento, i costumi di un centurione romano.

“Si è trattato di una grande occasione culturale – ci dice il presidente dell’associazione ciancianese Gerlando D’Angelo – per unire meglio le due comunità e per far conoscere i riti della Settimana Santa agli altri paesi europei presenti alla manifestazione francese. Il sindaco di Rive de Gier Charvin ci ha promesso che l’anno prossimo per Pasqua verrà in Sicilia con una nutrita delegazione francese per vivere di presenza i riti religiosi cattolici della nostra terra”.

Per il sindaco Santo Alfano si è trattato di un momento di vera integrazione europea. “Far conoscere le nostre tradizioni a popolazioni che vivono a migliaia di chilometri di distanza  – ci dice il primo cittadino – è un passaggio importante per creare una cultura europea unica e far sentire tutti appartenenti alla storia del Vecchio Continente. I giovani ciancianesi continueranno a lavorare in tale direzione”.

Ad organizzare il viaggio in Francia è stata a Cianciana Marie Giannetto e Rosa Lo Pilato e a Rive de Gier Pascal Caltagirone, un emigrato doc, i quali hanno mobilitato anche alcune forze commerciali e imprenditoriali delle due cittadine che hanno fatto conoscere i loro prodotti. E’ il caso della ceramica di Burgio, di opere pittoriche di artisti ciancianesi e di forze imprenditoriali che a Rive de Gier e a Cianciana si occupano di attività commerciali e immobiliari. Il comitato delle feste di Rive de Gier ha bene organizzato la tre giorni di attività e di incontri istituzionali che si sono svolti al palazzo dell’Hotel de Ville, nella sala Jean Dastè e nella Square Marcel Paul dove hanno avuto luogo le scene della condanna di Gesù e la Crocifissione finale con il Cristo e i due ladroni. La delegazione della Settimana Santa ha pure partecipato ad un sfilata con gli altri gruppi (Romania, Repubblica Slovacchia, Francia) per il centro storico della cittadina francese, tra gli applausi della popolazione. Tanta gente si è commossa e qualcuno ha perfino pianto nell’assistere alle scene sacre e nell’apprendere che tanta gente si è spostata da così lontano, per cultura, dalla Sicilia alla Francia.

Ecco l’èquipe drammaturgica : Liborio Curaba (Gesù), Domenico D’Angelo (centurione), Franco Ciraolo (Caifa), Fabio Albanese (Aram), Francesco Montalbano (sacerdote), Gianluigi Loria (centurione), Matteo Fortunato (Centurione), Alfonso Di Maria (Pilato), Giuseppe Castellano (Cireneo), Girolamo Pace (Lucio), Carmelo Gulotta (ladrone), Francesco Campisi (ladrone), Pietro Sanzeri (Giovanni), Carolina Cicchirillo (Madonna), Marika Sciurba (Claudia moglie di Pilato), Giusi Perrone (Veronica), Antonino Di Maria, Salvatore Spoto, Davide Virzì, Ignazio Ciraolo, Alfonso Ciraolo, Massimo D’Angelo, Salvatore Pio Messina, Giusy Di Liberto, Teresa Fidanza, Angela Carubia, Serena Milioto, Franco Cimino, Josephine Cammarata, Lina lo Monaco, Clara Messina, Rosalia Castellano, Maria Gambino, tutti personaggi della scena sacra, e Giuseppina Bondì (regista) e Gerlando D’Angelo (presidente dell’associazione Settimana Santa di Cianciana).

A Cianciana già l’associazione e l’amministrazione civica cominciano a pensare e ad organizzare l’arrivo e la permanenza della delegazione francese che arriverà in Sicilia in occasione della Pasqua del 2014.

Enzo Minio

A breve intervista a Marie Gannetto, che oltre a Cianciana promuove le bellezze del territorio di Cattolica Eraclea