Ufficio stampa Regione, Assostampa e Ordine chiedono spiegazioni a Crocetta

Sull’annunciata costituzione del nuovo ufficio stampa della presidenza della Regione, l’Ordine dei giornalisti e l’Associazione siciliana della stampa “notificheranno nelle prossime ore con atto stragiudiziale al presidente Crocetta la volontà del sindacato di intervenire nel procedimento amministrativo di nomina dei giornalisti, chiedendo di conoscere i criteri della selezione e diffidando il governatore dall’adottare provvedimenti che possano recare danno e pregiudizio a tutti gli interessati alla vicenda”.
“Con la stessa iniziativa il sindacato chiede di conoscere i nomi dei responsabili dei procedimenti amministrativi. Nel caso di mancata risposta entro 30 giorni, per il presidente, responsabile dell’amministrazione, scatterà automaticamente la denuncia penale alla Procura della Repubblica per il reato di omissione in atti di ufficio”.
“Considerato che dal suo insediamento a oggi il presidente si è costantemente e con pervicacia sottratto ad ogni confronto istituzionale col sindacato, dimostrando disprezzo per i giornalisti e per chi li rappresenta – spiegano il presidente dell’Ordine dei giornalisti, Riccardo Arena, e il segretario dell’Associazione siciliana della stampa Alberto Cicero – non ci rimane altro che usare tutti i mezzi che la legge ci mette a disposizione per ottenere quella trasparenza che, sulla vicenda dell’ufficio stampa, Crocetta non ha mai voluto garantire.
Delle insolenze e dei villani insulti rivolti ai giornalisti che per anni hanno lavorato con indiscussa correttezza professionale alla Regione, a prescindere dalla natura del loro rapporto di lavoro – conclude la nota del sindacato dei giornalisti – il cittadino Rosario Crocetta sarà chiamato a rispondere nelle sedi giudiziarie competenti”.